Liste di attesa

SEI RIMASTO VITTIMA DELLE "LISTE DI ATTESA"?

SEI STATO COSTRETTO A PAGARE A UNA STRUTTURA PRIVATA PER EVITARE UN'ATTESA DI MESI NELLA STRUTTURA PUBBLICA?

 

Troppo spesso il cittadino è costretto a subire tempi d'attesa lunghissimi ed insopportabili per le prestazioni di diagnostica strumentale, come (solo a titolo d'esempio) l'ecografia del I trimestre di gravidanza, l'ecografia mammaria, TAC, RMN.

E in alcune regione del meridione, addirittura, neanche esiste la struttura...

 

E' però possibile, anche se purtroppo la maggior parte dei cittadini non ne è conoscenza, ottenere un risarcimento per questi inadempimenti del S.S.N.

Esiste, infatti, il d.lgs 124/98 che, delineando i principi guida per le regioni affinché le stesse stabiliscano con precisione i tempi massimi di attesa, ha anche previsto la possibilità di un risarcimento nel caso in cui il paziente sia costretto a pagare di tasca propria le prestazioni che il S.S.N. non è stato in grado di fornire, nei tempi prestabiliti.

In generale quasi tutte le regioni hanno fissato come tempo massimo 60 gg.

 

Contatta Articolo32, per esporre il tuo caso e valutare le possibiltà concrete di un risarcimento del danno.

Per una migliore navigazione questo sito utilizza i cookies rispettando la privacy dei vostri dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito accettate il servizio e gli stessi cookie.