DANNI DA FUMO

La sigaretta ha una particolarita', che la rende unica al mondo: la sigaretta e' infatti l'unico bene di consumo che uccide il consumatore quando viene utilizzato esattamente come previsto dal suo produttore! L'Organizzazione mondiale della Sanità ha dichiarato il fumo la prima causa di morte evitabile nel mondo.

Il Ministero della Salute italiano, nella sua circolare n. 4 del 28 marzo 2001, ha quantificato approssimativamente i morti per fumo in 90mila morti in Italia (circa il 15% del totale dei decessi, oltre 10 volte piu' delle vittime degli incidenti stradali) e 3 milioni nel mondo.

I dati forniti dalla "Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori", ente pubblico, indicano che il fumo del tabacco e' responsabile dell'80-90% dei tumori laringei e polmonari, del 20-40% dei tumori della vescica, dei reni e del pancreas, insieme con l'alcol del 40-50% dei tumori della bocca e dell'esofago, nonche' del 20-30% sia delle broncopatie croniche che degli infarti e delle altre affezioni cardio-circolatorie.

Fumare provoca, sintetizzando, 2 diverse tipologie di danni estremamente gravi, che colpiscono sia i fumatori attivi che i passivi. Innanzitutto vi e' una lesione dell'albero bronco-polmonare, che porta non solo al tumore ma anche all'asma e alla bronchite cronica. E vi sono poi le lesioni al sistema cardiocircolatorio, danni provocati anche dal calore che agisce sulle coronarie. Per bambini e donne in gravidanza i pericoli sono ancora maggiori. E' inoltre accertato che il fumo causa la nascita di bimbi sottopeso, che rischiano più di altri nella crescita.

 

Contatta Articolo32, per esporre il tuo caso e valutare le possibiltà concrete di un risarcimento del danno.

Per una migliore navigazione questo sito utilizza i cookies rispettando la privacy dei vostri dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito accettate il servizio e gli stessi cookie.