L'IPOACUSIA È UN PROBLEMA. E CI COSTA 21 MLD L'ANNO!

Scritto da Ufficio Stampa. Postato in Comunicati stampa

 

Di ipoacusia non si parla (mai). Eppure, si tratta di un disturbo diffuso, invalidante, pieno di conseguenze sulla vita e il benessere di chi ne soffre: isolamento, depressione, decadimento cognitivo negli anziani. Senza trascurare le conseguenze economiche, che purtroppo – nei tempi che viviamo – restano cruciali per dimostrare la gravità di una patologia: se trascurati, infatti, i disturbi dell'udito costano. E molto, anche: 750 miliardi l'anno nel mondo (il PIL di un Paese come l'Olanda, tanto per fare un esempio), 21 miliardi l'anno in Italia (praticamente una finanziaria), 178 miliardi nella UE.

 

E' tempo di dedicare alla ricerca e alla prevenzione l'attenzione, e le risorse, che questa patologia merita. L'Associazione Articolo 32 richiede quindi interventi precoci, screening e iniziative di comunicazione mirate per curare la malattia e ridurne l’impatto sociale/economico. Solo così, infatti, le conseguenze dell'ipacusia potranno essere almeno arginate.

 

Per una migliore navigazione questo sito utilizza i cookies rispettando la privacy dei vostri dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito accettate il servizio e gli stessi cookie.