ANCHE A MILANO PAZIENTI “PARCHEGGIATI” IN BARELLA. E ARRIVANO I NAS

Scritto da Ufficio Stampa. Postato in Comunicati stampa

 Le segnalazioni di questo tipo si sprecano. Da un capo all'altro del Belpaese, i medici si attrezzano e curano ovunque – in terra, su barelle distribuite in tutti i locali dei nosocomi – i pazienti che ne hanno necessità.

L'ultimo episodio arriva da Milano, dove il sindacato degli infermieri Nursind ha usato toni durissimi, parlando di “situazione critica”, che lede “privacy, sicurezza e immagine della sanità milanese”.

Non si tratterebbe di episodi isolati, ma – a detta del Nursind – di una “consuetudine pericolosa”. Tanto che i sindacalisti hanno pensato di richiedere l'intervento dei NAS, inviando anche due esposti corredati dalle foto che immortalano la situazione.

L'Associazione Articolo 32 richiede di verificare con urgenza la condizione assurda in cui versa l'Ospedale, ed eventualmente interventi per le ripetute situazioni di questo genere, che contrastano con le norme in tema di sicurezza e i requisiti strutturali.

 

 

 

Per una migliore navigazione questo sito utilizza i cookies rispettando la privacy dei vostri dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito accettate il servizio e gli stessi cookie.