LA PUBBLICITÀ SPINGE I BIMBI A MANGIARE PIÙ SNACK

Scritto da Ufficio Stampa. Postato in Comunicati stampa

 

 

Che la pubblicità influenzi i bambini si sapeva. Non è un caso se tante e tante campagne di marketing sono rivolte proprio nei confronti del pubblico dei minori, che possono ovviamente influenzare le decisioni di acquisto dei genitori e orientare le scelte economiche della famiglia.

Ma i dati che emergono dallo studio condotto da Jennifer Emond presso Health Promotion Research Center a Dartmouth, pubblicato sulla rivista Pediatrics, sono ancora più allarmanti: a quanto pare, le pubblicità in TV influenzano l'alimentazione dei bambini piccoli in età prescolare, stimolandoli, di fatto, a mangiare più snack anche in assenza di fame.

L'Associazione Articolo 32 denuncia ancora una volta gli effetti del marketing sui minori e richiede una volta di più misure ad hoc per limitarne l'impatto, come ad esempio la tassa sulle bevande zuccherate ch sta ottenendo ottimi risultati in alcuni Paesi europei.

 

Per una migliore navigazione questo sito utilizza i cookies rispettando la privacy dei vostri dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito accettate il servizio e gli stessi cookie.