SERVONO LEGGI PER DIFENDERE I MINORI DAL MARKETING DIGITALE SUI CIBI POCO SANI

Scritto da Ufficio Stampa. Postato in Comunicati stampa

 

Ormai si tratta di un'emergenza assoluta. Servono azioni urgenti per proteggere i bambini dal marketing digitale che promuove cibi ricchi di grassi, sale e zucchero attraverso gli strumenti più svariati: app, siti web, social media, video blog e advergame, giochi interattivi pensati per veicolare ai più piccoli messaggi pubblicitari. Un bombardamento che rischia di minacciare la salute dei bimbi, spesso all'insaputa dei genitori, e a cui nessuno sembra volersi opporre.

 

L'Associazione Articolo 32 ha già denunciato i rischi legati al marketing digitale e alla sovraesposizione dei minori, che in questo modo vengono sottoposti a pubblicità mirate relative a stili di vita poco sani: vista la scarsa possibilità di filtrare le informazioni, o di sottrarsi a questa forma di martellamento, i minori diventano infatti facili bersagli commerciali. È indispensabile regolamentare questo settore, stabilendo forme di tutela della salute dei minori e apposite forme di controllo dei messaggi commerciali veicolati attraverso le nuove tecnologie di comunicazione.

 

Per una migliore navigazione questo sito utilizza i cookies rispettando la privacy dei vostri dati personali e secondo le norme previste dalla legge.
Continuando a navigare su questo sito accettate il servizio e gli stessi cookie.